Ceremony

Strict

Abbigliamento che lascia poco spazio all’interpretazione creativa, tipico della tradizione anglosassone, molto formale e di notevole eleganza.

Dress code come il Morning Dress (“abito da giorno”) a cui adeguarsi solo se adottato dalla sposo per un matrimonio diurno.

Donna:

-Abito sotto al ginocchio o longuette, in tinta unita pastello senza trasparenze e scollature, con obbligo di cappello, veletta o fascinator.

-Borsa piccola o media, scarpa chiusa.

-Abito da sera o un abito da ballo lungo, guanti lunghi (ma non sono essenziali) e una piccola borsetta.

-In alternativa, smoking bianco da donna, con dettagli neri come un papillon o cravatta.

Uomo:


Uomo: in frac
Uomo: in tight

Easy

Abbigliamento sobrio, in tinte unite, in colori intensi e profondi o in fantasie delicate pastello.

Vietate invece le grosse stampe floreali e i forti accostamenti cromatici o i colori sgargianti come rosso e viola. 

I colori più chiari si prediligono in primavera ed estate ed i colori più scuri in autunno e inverno.

Non adatto il nero (soprattutto ai matrimoni); si ammette solo nei toni più opachi,

oppure cercando di ravvivarlo con accessori colorati e luminosi.

Non adatti il bianco, ecru, panna, avorio e similari; in particolare il bianco è da evitare in occasioni come

matrimoni per qualsiasi invitato, o per la madre alla prima comunione.

Secondo il Galateo italiano:

lo smoking non è un abito utilizzabile come look da cerimonia;

il  cappello è ammesso ad un battesimo solo se la madre decide di indossarlo; 

se si assiste ad una funzione religiosa, è bene completare il look con una stola o coprispalle su abiti scollati. 

Donna:

Donna: opzione 1.

Abito: 
-Da cocktail (orlo al ginocchio), aderente o svasato, 
-Abiti midi (a metà polpaccio).
In tinta unita o in fantasia molto delicata, senza trasparenze e scollature.

-Completo con pantaloni:
pantaloni lunghi, dritti o a palazzo, spezzato in coordinato

Coordinati con coprispalle, foulard o giacchino.

Accessori: 
Borsa media o piccola, scarpa chiusa o sandali.
Cappello opzionale, solo se indossato dalla mamma della sposa.

Donna: opzione 2.

-Abito lungo in tinta unita o in fantasia molto delicata, senza trasparenze e scollature, 

-Completo con gonna al ginocchio (poco soprao poco sotto), a metà polpaccio o lunga, spezzato in coordinato.

-Jumpsuit (tuta elegante) con pantaloni dritti (più corti) o a palazzo (più lunghi),

-Accessori: Stola, bolerino, pashmina, manica lunga, pelliccia;
borsa media o piccola, scarpa chiusa o sandali, gioielli importanti..

 


Donna: opzione 3.

Abito tubino, anche dai toni vivaci con orlo al ginocchio o al massimo 10 cm sopra, oppure abiti lunghi svolazzanti.

Completo spezzato: 
Pantalone/Gonna  + Camicia/Blusa/Top.
-Modello pantalone: a sigaretta, capri, fluido a pieghe, a palazzo.
-Modello gonna: a pieghe, a tulipano, a matita, al ginocchio oppure alla caviglia, da abbinare a camicie eleganti oppure a bluse in seta.

Spalle: copri spalle, foulard o giacchino.; stola utile in chiesa per coprire eventuale scollature a cuore o totale, oppure scialle in vero cashmere o semplice cotone, alternativamente, foulard annodato al collo, al polso, sul cappello, usato come cintura o indossato in versione chic come copricapo.

 Accessori:
-Borsa: media o piccola.
-Scarpe: décolleté, sandalo gioiello, zeppe o ballerine.
-Cappello, solo se indossato dalla mamma del battezzato,
ed accessorio per capelli, l’headwear.
-Gioielli: importanti, non troppo vistosi in primavera estate.

Uomo:

Uomo: opzione autunno-inverno.

Opzione 1:
Abito coordinato grigio antracite o blu, con camicia elegante bianca  o chiara, cravatta o papillon in tinta unita preferibilmente pastello o in fantasia delicata, fazzoletto da taschino (mai abbinato alla cravatta).

Opzione 2:
L’abito può essere di colore nero, grigio scuro o blu notte, ma ravvivato da dettagli colorati, come la cravatta e la pochette, oppure si possono scegliere colori autunnali come il beige, il nocciola, il borgogna ed il cammello.

Accessori:
-Scarpa: semplice stringata in pelle in un marrone intenso o in nero, modello derby o bucks.
-Cintura: coordinata alle scarpe.
-Pochette opzionale e mai abbinata alla cravatta.

Uomo: opzioni primavera-estate.

Abito coordinato: 
-In tessuti leggeri e freschi, come cotone e lino.
Bandito il nero e il blu notte, soprattutto se la cerimonia si svolge
nelle ore diurne, optare invece per tinte come il grigio perla,
il blu chiaro, il marrone o il beige.
Per la camicia è preferibile scegliere un tono pastello come
l’azzurro, il rosa pallido oppure l’intramontabile bianco.

Accessori:
-La cravatta o il papillon in tinta unita o in fantasia delicata,
ed il fazzoletto da taschino non è mai abbinato alla cravatta.
-Scarpa semplice stringata in pelle o mocassino in un marrone intenso.
-Cintura cordinata alle scarpe.

Abito spezzato:
-Si allarga il ventaglio di scelta dei colori da mixare.
Ad esempio abbinare una giacca beige a pantaloni marroni
e completare il look con accessori in tonalità cuoio o testa di moro.
-Per un risultato molto raffinato, abbinare il beige con un il blu/navy.
-Per i più abili in fatto di accostamenti, scegliere invece la giacca
o il pantalone in una fantasia sobria e non troppo colorata.

-Accessori:
Completare il look con cravatta, pochette e cintura.

Smart

Approccio alla cerimonia più “libero”,

sia nell’abbigliamento che nelle decorazioni e nei luoghi scelti come location dell’evento.

Non ci sono regole fisse da applicare e a cui dover adeguarsi,

ma certamente seguire delle semplici norme, dettate dal buon gusto e dal buon senso.

Donna:

Abito: semplice e ravvivato dagli accessori,  oppure sbarazzino o molto colorato, e preferibilmente dal ginocchio in giù.

Spalle: sempre coperte in chiesa, e poi  si può essere più libere di tenere le braccia scoperte e leggere scollature.

Scarpe: consentiti sandali aperti e scarpe basse.

Completo spezzato: 
– Pantalone/ Gonna + Camicia/Blusa /Maglione.
Modello pantalone:  a sigaretta, a palazzo o plissettato 
-Camicia e blusa con stampa allegra, in colori vivaci oppure adornata 
da ruches o da maniche particolari.
– Giacca + Gonna/ Pantalone. In questo caso puntare tutto sulla giacca, per modello o colore,  poiché è su questa che ricadrà l’attenzione.

Capospalla: cappotto o un trench, possibilmente in una tinta chiara.

Accessori: 
-Borsa media o piccola.
-Scarpe: décolleté,  con plateau, con tacco medio o alto,  ballerine eleganti 
per esempio impreziosite da particolari gioiello o da fiocchi.
-Gioielli importanti, non eccessivamente vistosi.
-Cappello: solo se indossato dalla mamma del battezzato (autunno/inverno).

Uomo:

Completo coordinato o spezzato:
Anche in tessuti casual come cotone e lino.
-Camicia: in tinta unita o a righe sottilissime.
-Giacca: dopo la cerimonia si può togliere.
-Cravatta: non obbligatoria.

Scarpa: 
-Chiusa, anche mocassino o da vela. Mai sandali aperti.
-Sneakers: solo se in perfetto stato.

Uomo: opzione  2.

Completo spezzato con jeans: 
Solo jeans scuri e non strappati,  abbinati a camicia e giacca eleganti.

Accessori:
-Scarpe: nere o marroni derby, bucks o mocassini

-Cintura: coordinata alle scarpe.